Anticipo del Trattamento di Fine Servizio (TFS)

L’ Anticipo del Trattamento di Fine Servizio (TFS) è un anticipazione a tasso fisso destinata a tutti i Dipendenti Pubblici e Statali in quiescenza.

L’importo massimo erogabile è pari al 85% del TFS maturato.

L’erogazione avviene in un’unica soluzione mediante bonifico bancario sul conto corrente intestato al Cliente.

 

Documentazione necessaria all’istruttoria

1) Fotocopia di 2 Documenti di riconoscimento in corso di validità;

2) Fotocopia del Codice Fiscale/Tessera Sanitaria;

3) Certificato TFS (Prospetto di Liquidazione INPS).

Il Certificato Inps deve essere richiesto sul sito INPS, mediante accesso con PIN personale, o tramite Patronato (no allo sportello) e ha validità 15 giorni lavorativi

4) Cedolino pensione

5) Ultima Dichiarazione Fiscale (CU ex CUD – Mod. 730 e/o equivalenti).

 

Tempi di Erogazione del Credito

ViviBanca, per dinamiche lavorative, ha necessità di liquidare il credito, al cliente, entro la scadenza della validità del Prospetto di Liquidazione quindi il cliente riceverà il credito richiesto non oltre 15 giorni dal rilascio del Prospetto.

 

Vantaggi

1) Ottenere dopo pochi giorni dal possesso del Prospetto di Liquidazione INPS fino al 85% del proprio TFS

2) NESSUNA RATA da sostenere

3) NESSUN COSTO (**) (*) da anticipare

4) si può chiedere SOLO l’anticipo di UNA PARTE del TFS maturato

Costi dell’operazione (**)

1) gli interessi applicati (*)

2) imposta di bollo euro 16,00 (**)

3) spese istruttoria euro 350,00 (**)

4) commissioni 0,00

Importante ricordare

1) Per contenere il costo dell’operazione consigliamo di utilizzare l’anticipazione del TFS per un importo utile a fare investimenti, estinzioni debiti o affrontare spese (ben pianificate)

2) Meno Anticipo si chiede Meno costi (complessivi) si sostengono

3) Al termine del periodo massimo previsto per il pagamento del TFS il cliente riceverà un bonifico a saldo della differenza al netto delle spese

(*) recuperati, da ViviBanca, direttamente dall’INPS e stornati al cliente all’atto dell’erogazione del saldo
(**) recuperati, da ViviBanca, dal cliente al momento dell’erogazione dell’anticipo
Esempio di Anticipazione del Trattamento di Fine Servizio (TFS) riferita a dipendenti pubblici in quiescenza.

Ipotizziamo un TFS da 150.000 euro

INPS pagherà al neo pensionato come segue:

prima 50.000 tranche Novembre 2019

prima 50.000 tranche Novembre 2020

prima 50.000 tranche Novembre 2021

invece

con l’anticipo del TFS tramite ViViBanca, La Banca acquista il credito (TFS) dall’INPS e diventa a tutti gli effetti il creditore quindi incasserà le rate con i tempi previsti ed indicati sopra, mentre per il Neo Pensionato le dinamiche diventeranno le seguenti:

L’importo massimo messo a disposizione (entro 15 giorni dall’ inizio dell’istruttoria pratica) del Consumatore/Neo Pensionato sarà di € 127.500,00 (lordo (**)) (pari all’ 85 %)

Costo dell’operazione:

interessi € 18.628,33 (*)

spese istruttoria € 350,00 (**)

commissioni € 0 bollo € 16,00 (**)

TAN 8 % e TAEG 7,39 %.

somma dei costi a carico del Neo Pensionato: 18,994,33

Riassumendo:

Importo (Anticipo) erogato al Neo pensionato: euro 127.134,00

costo interessi da sostenere: euro 18.628,33

costo bollo 16,00 costo spese istruttoria 350,00

Importo eccedente (Saldo) dell’operazione euro 3,871,67 che ViViBanca erogherà al Neo Pensionato nel mese di Febbraio 2022

La somma delle 5 voci : 127.134,00 (anticipo) + 18.628,33 (costo) + 16,00 (costo) + 350,00 (costo) + 3.871,67 (saldo) restituisce un importo pari a 150.000,00 che corrisponde al valore iniziale del TFS

(*) recuperati, da ViviBanca, direttamente dall’INPS e stornati al cliente all’atto dell’erogazione del saldo

(**) recuperati, da ViviBanca, dal cliente al momento dell’erogazione dell’anticipo